Previous Next

Notte re la Focalenzia 7-8-9/12/2016


Nel centro storico di Castelfranci, lo spettacolo dei falò, stand gastronomici con piatti tipici, tanta musica dal vivo, artisti di strada e tanto vino di Castelfranci!

Associazioni Turistica


Pro Loco Castelfranci
Il nuovo biglietto da visita della Pro Loco nel mondo di internet

Presentazione del sito web  

Associazioni Turistica


Pro Loco Castelfranci
Il nuovo biglietto da visita della Pro Loco nel mondo di internet

Presentazione del sito web  

   
Pro Loco Castelfranci - Il detto "Muliniello"

Il detto "Muliniello"

 Categoria: Il Territorio - Il detto "Muliniello"  Commenti: 0

La costruzione del primo mulino pubblico, detto Il Muliniello, decisa in pubblico parlamento la mattina del 1 novembre del 1806, segna il passaggio dal feudalismo introdotto nel Comune dei Normanni intorno al 1076, ad un sistema di vita diverso.

Fino ad allora la molitura dei cereali era avvenuta esclusivamente nel mulino de la corte posto nella parte bassa dell'abitato.

Edificato alla contrada detta Al[le] Coste del Vallone, è un mulino ad acqua a ruota orizzontale composto dalla "casa del mulino" sistemata lateralmente alla roccia con al piano seminterrato la stanza destinata ad ospitare le macine e, nella parte superiore, quella destinata ad accogliere le attività proprie del mugnaio;

la torre o torrione, visibile ancora oggi al cui interno veniva fatta precipitare l'acqua necessaria ad azionare le macine;

il bacino di raccolta delle acque volgarmente detto "poseliuora" destinato a raccogliere e contenere al suo interno le acque del ruscello;

il portellone che regolava il livello delle acque;

il ponte canale che consentiva alle acque di raggiungere la torre e precipitare all'interno della struttura.

La mancanza di acque per l'intero periodo dell'anno ne decretò la fine.

 
Commenta articolo Leggi le linee guida per i commenti