Previous Next

IX NOTTE RE LA FOCALENZIA 2018


IX NOTTE RE LA FOCALENZIA 7-8 DICEMBRE 2018

Maggiori info su IX NOTTE RE LA FOCALENZIA 2018  

Notte re la Focalenzia - CASTELDIVINTOUR


SCOPRI I VINI DI CASTELFRANCI l'8 Dicembre

CLICCA QUI PER SCOPRIRE IL CASTELDIVINTO  

Associazioni Turistica


Pro Loco Castelfranci
Il nuovo biglietto da visita della Pro Loco nel mondo di internet

Presentazione del sito web  

   
Pro Loco Castelfranci - Antichi sapori

Antichi sapori

 Categoria: Il Territorio - Antichi sapori  Commenti: 0

La gastronomia ricorda piatti semplici e genuini, tramandati dall’antica tradizione contadina delle nostre massaie.

Le specialità di pasta fatta in casa, come "maccaronare" e "cavatielli". Per non parlare poi dei "ravioli dolci", un primo piatto preparato con sfoglia all’uovo, di forma rotonda, imbottito con ricotta, zucchero e uova, lessato in acqua bollette e condito con sugo di pomodoro fresco.

Direttamente dalla terra piatto gustoso è la "menesta sciatizza" (verdure che nascono spontanee nella terra che una volta lessate vengono gustate insieme ad una pizza di farina gialla).

Un secondo piatto da assaggiare sono i "mogliatielli" involtini fatti con interiora di agnello e poi cotti al sugo di pomodoro.

Da non dimenticare i "pipicielli chini" peperoni rossi tondi imbotiti con mollica di pane sbriciolata, sale, aglio, origano, pomodori e olio, e una volta ripieni cotti nel sugo.

I dolci tipici sono i classici biscotti di "ririta" (una farina nera) con nocciole intere sbucciate ottimi da "inzuppare" nel gustoso vino Aglianico.

Altri dolci tipici sono la crostata di ricotta e i classici "struffoli" .

Tra i dolci pasquali, invece vi è la "pastiera di grano", preparata secondo la ricetta tradizionale napoletana ma soprattutto non può mancare la classica "pizza chiena" preparata con una sfoglia all’uovo imbottita con uovo sbattuto arricchito con pezzi di formaggio fresco, pezzi di “capicollo” e pezzi di salame. Ed infine ricordiamo i "Taralli all’uovo con e senza pepe".

Prodotti tipici

L’agricoltura è legata alla coltivazione dei prodotti tipici della zona quali: la vite e l’olivo, oltre ai prodotti orto-frutticoli.

L’ottimo vino Aglianico doc è la vera risorsa del territorio, conosciuto anche fuori dai confini campani. Meno conosciuta è invece la coda di volpe di uva bianca.

L’olio extra vergine di oliva che viene prodotto in questo territorio è di ottima qualità. Per gustarlo maggiormente e apprezzare le sue qualità nutritive ed organolettiche, va consumato crudo sul pane fresco e sulle varie insalate ottenute con i prodotti offerti dal nostro territorio.

È diffusa la presenza di "asparagi selvatici" e frutti di bosco quali le more.

E molto diffuso allevamento di polli e conigli per poi preparare gustosi piatti come il pollo arrostito con lardo fuso e il coniglio cotto in un tegame direttamente sui carboni.

Su quasi tutto il territorio vengono coltivati ortaggi e piante da frutto di vario genere tra le quali Mela Annurca, ciliegie, pere, e soprattutto i gustosi fichi (fichi neri, "columbri").

 
Commenta articolo Leggi le linee guida per i commenti